“Non dimenticateci!”: l’appello del mondo del Wellness al Governo Italiano

L’emergenza Coronavirus e le conseguenze economiche che ne deriveranno, ma che stanno già facendo sentire i loro effetti, terrorizzano, come giusto che sia, tutti gli addetti ai lavori di centri sportivi, palestre e centri wellness.

Diciamolo chiaramente: la filiera del wellness non ha mai avuto la giusta considerazione da parte dei governanti del nostro paese! Nessuno è stato mai in grado di comprendere le grandi potenzialità del settore per il benessere dei cittadini e per l’economia nazionale

Ebbene si, parliamo di un settore che potrebbe e dovrebbe diventare strategico nel futuro dell’Italia che verrà. L’attività fisica promossa dai centri sportivi e dalle palestre potrà contribuire a preservare la salute delle persone e di conseguenza consentire allo Stato minori esborsi alla voce di bilancio “Sanità”.

Questa terribile esperienza del Coronavirus ci ha resi tutti più consapevoli di quanto sia fondamentale la salute di un Popolo e ci ha aperto gli occhi, grazie a una miriade di statistiche e paragoni con altre patologie, su tante altre malattie che minacciano la vita delle persone, molte di queste spesso conseguenza di stili di vita poco sani e quasi sempre privi di attività fisica.

Abbiamo visto anche quanto sia difficile e oneroso gestire la Sanità pubblica soprattuto nei momenti di emergenza.

Proprio per questo il mondo del wellness non deve essere dimenticato, anzi deve essere rivalutato e messo al centro di un Piano Marshall che si spera verrà realizzato a breve.

Partendo da questi presupposti in questi giorni si è alzato il grido di associazioni ed enti che rappresentano buona parte del settore che chiedono al Governo e al Presidente del Consiglio Giuseppe Conte di aiutare questo settore, seriamente a rischio di estinzione.

ASI Nazionale e Fitness Network Italia hanno reso pubblico un appello che riportiamo di seguito:

L’APPELLO CORALE DAL MONDO DEL WELLNESS

Egregio Premier Conte, Egregi Ministri,

            la situazione di Palestre, Piscine e Centri Sportivi, sia pubblici che privati, è al collasso.

Un Settore, quello degli Operatori e della Filiera del Wellness da sempre atipico, dove le differenze strutturali dei vari stakeholders hanno sempre segnato confini invalicabili. 

Una divisione che oggi non esiste più ed è silenziata da un grido univoco:

NON DIMENTICATECI!

Un appello corale che rivolgiamo direttamente a Lei Premier Conte e a tutti i Ministri per prevedere ulteriori ed importanti misure al fine di scongiurare il collasso di un intero comparto. 

20 Milioni di praticanti, 95.000 Operatori, 76.000 impianti e migliaia di Aziende della Filiera Produttiva. Oltre 1.000.000 di addetti ai lavori e famiglie per i quali sono stati stanziati 50 milioni di euro, importo pari allo 0.2% delle misure contenute nel Decreto Cura Italia.

Un esercito di collaboratori sportivi, amministrativi, tecnici ed atleti, ma prima ancora di operosi cittadini della Repubblica Italiana, che ad oggi non vedono alcun sostegno per il presente e nessuna prospettiva per il futuro.

Ora è il momento di stare chiusi, ma dobbiamo pensare a come poter ripartire. 

Lo Sport e l’attività fisica sono fondamentali per il benessere di una Nazione; è la stessa Organizzazione Mondiale della Sanità a confermarlo nel Global Action Plan on Physical Activity per sensibilizzare i Governi in linea con il punto 3 “Buona Salute” dell’Agenda per lo Sviluppo Sostenibile 2030 dell’ONU

Non ci sarà Sport senza Centri Sportivi, senza Palestre e senza Piscine.

_______________________

Ci associamo all’Appello di ASI e FNI sperando che il Governo prenda opportuni provvedimenti ma che soprattutto rivaluti questo settore nell’ottica di una strategia di lungo periodo per il Paese Italia.

Fitness Lab

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *