IHRSA 2013. L’intervista a Fausto Di Giulio.

IHRSA 2013. L’intervista a Fausto Di Giulio.

The International Health, Racquet & Sportsclub Association (IHRSA) è stata fondata nel 1981, è un’associazione no – profit che rappresenta a livello mondiale i club di fitness e wellness, palestre, spa, centri sortivi e produttori e fornitori di servizi. l’associazione ha il suo quartier generale a Boston, Massachusetts, USA oltre ad altri uffici in Europa e nel Sud Est Asiatico. La missione di IHRSA è quella di far crescere, proteggere e promuovere l’industria del fitness, e di fornire ai propri associati supporto e servizi per il successo delle proprie attività.

faustoIntervistiamo Fausto Di Giulio, uno dei massimi esperti di fitness in Italia, che è rientrato da pochi giorni da Las Vegas dove si è tenuta la convention 2013.

Fausto, quante volte hai partecipato alla convention IHRSA?

Con questa ultima partecipazione di Las Vegas siamo complessivamente a 28 presenze, 18 convention a livello mondiale, 10 in Europa.  Non ho mai saltato un anno!

Descrivi in poche parole e a modo tuo cosa è IHRSA.

Associazione che protegge e promuove il settore.

Cosa ti ha più colpito di questa ultima edizione americana e quali sono state le tematiche più interessanti?

Dal punto di vista dell’allenamento l’argomento più interessante è stato sicuramente il Medical Fitness. La sfida dei prossimi mesi e dei prossimi anni sarà quella di permettere di allenarsi in modo sicuro e divertente anche alle persone che hanno delle patologie e che non possono seguire le classiche discipline di palestra.

Dal punto di vista gestionale direi l’importanza di creare nelle aziende di fitness una vera e propria cultura aziendale come fondamento per la qualità dei programmi di allenamento e per l’offerta di un servizio eccezionale.

In merito al marketing l’argomento più trattato è stato la crescente diffusione dei social media nel fitness attraverso i quali è sempre più possibile promuovere i positivi stili di vita.

Hai seguito interventi di relatori? Chi ti ha più colpito e di cosa trattava?

Sono rimasto particolarmente colpito da un intervento di Will Phillips, presidente e fondatore del REX, una speciale Fitness Business School americana rivolta ad un numero ristretto e qualificato di titolari di fitness club. Ha sottolineato più volte l’importanza per un manager/imprenditore di staccarsi ciclicamente dal lavorare nel business (operatività quotidiana) per lavorare sul business (strategia e tattica).

Come valuti la presenza della delegazione italia? Quante persone eravate?

Numericamente davvero scarsa. Purtroppo eravamo solo 7/8 persone.

Cosa pensi degli eventi fieristici/convention nel settore del fitness italiano?

Credo che gli eventi fieristici e le convention nel nostro mondo siano importantissimi come presidi di settore e promozione del fitness di qualità.

 Accorperesti gli eventi Forum e Riminiwellness?

Sinceramente no. Credo abbiano target e finalità diverse.

Cosa si può fare per creare maggiore interesse nei visitatori delle fiere?

Ci vuole indubbiamente più creatività e innovazione per rendere l’esperienza del visitatore sempre più coinvolgente, formativa ed interessante.

L’esperienza o l’episodio più bello che ti porti dietro di IHRSA 2013?

Foto meeting a meno cinque gradiUna riunione informale di brainstorming creativo in una sala con la temperatura a meno cinque gradi con Roberto Maestrami (Editore Forum Club) e Luca Ceccaroni (Technogym).

 

 

Carmine Preziosi

admin

Related Posts

GYMWOL, la palestra più grande del mondo.

GYMWOL, la palestra più grande del mondo.

Magicline, il software per palestre di Sport Alliance arriva in Italia.

Magicline, il software per palestre di Sport Alliance arriva in Italia.

ForumClub Digital Live 21-22 novembre 2020

ForumClub Digital Live 21-22 novembre 2020

Non chiamatela personal trainer. Selene Genisella è molto di più

Non chiamatela personal trainer. Selene Genisella è molto di più

2 Comments

  1. La professionalità nelle palestre deve nascere da un percorso di prevenzione e monitoraggio. La visita medica è il primo passo e va inserita nel programma dei centri fitness, sostenuta, rispettata e promossa. Le palestre possono diventare aziende se rispettano i loro servizi sostenendone il loro valore, invece di ricorrere sempre al ribasso del prezzo.
    Bisogna parlarne qua in Italia ascoltando tutti e non rimanendo chiusi in un gruppettino di amici che si autoreferenziano.

  2. Complimenti Carmine per il blog e per l’idea di intervistare Fausto Di Giulio. Grazie a te e alla sua testimonianza gli operatori del settore possono arricchire il loro punto di vista con un’ampia visione internazionale.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

GYMWOL, la palestra è online!

Il manuale di web marketing per fitness club

Personal Branding per Personal Trainer

Iscriviti alla newsletter di Fitness Lab per essere sempre informato

* = campo richiesto!

powered by MailChimp!