Le combinazioni alimentari nell’atleta

Oggi vorrei accennare , come il titolo già vi anticipa, alle combinazioni alimentari ma soffermandomi per lo più nell’atleta. Nella persona praticante sport, o palestra in particolare, vigono infatti molti errori insiti in cibi per così dire “canonici” ragion per cui vorrei fare una carrellata rapida sull’argomento.

Le combinazioni alimentari, molto meglio note nella Medicina naturale ( dove sono fondamento per la salute dell’individuo) che nella Medicina ufficiale, hanno rilevanza per molti importanti motivi:

  • evitare processi putrefattivi o fermentativi in eccesso o fuori sede
  • evitare coliche da meteorismo
  • evitare la liberazione di sostanze tossiniche
  • evitare la creazione di molecole indigeribili che passano nel tratto intestinale
  • rendere rapide e complete le digestioni.

Tra le regole fondamentali delle combinazioni alimentari, ne vediamo subito le principali:

 

1: Mai combinare frutta con alimenti di diversa origine e, per i più pignoli, nemmeno frutti differenti tra loro ( la macedonia non è poi cosi salutare). Gli abbinamenti più deleteri ( e anche i più diffusi) sono ad esempio frutta-latticini ovvero yogurt alla frutta, frullati, frappè.

L’atleta talvolta crea abomini miscelando frutta, latte e proteine in polvere.

Altrettando deleterio è assumere la frutta a fine pasto. Questa è l’abitudine più diffusa e più dannosa in quanto le frutta , che richiede tempi digestivi molto brevi , è costretta a permanere in uno stomaco nel quale ci sono magari grassi e proteine. Che hanno invece tempi digestivi lunghissimi. Il risultato è che: o la frutta si sofferma nello stomaco aspettando la digestione di proteine e grassi e nel frattempo fermenta a più non posso creando gonfiori oppure le proteine passano indigerite nel tratto intestinale dove causano putrefazioni incomplete e protratte che portano alla sintesi di sostanze tossiche: putrescina, cadaverina e altre.

2: mai miscelare in uno stesso pasto proteine di origine differente: carne, pesce, uova e magari anche proteine vegetali. Purtroppo gli atleti talvolta eseguono miscele pindaliche di proteine di diversa natura ( ad esempio ora van di moda le proteine in polvere da manzo, che l’atleta miscelerà accuratamente con del latte). Deleterio è miscelare latte con uova ( un classico della cucina italiana) o carne con uova ( pasta uova e pancetta) cosi come lo è l’abbinamento di un panino che contenga tonno, formaggio o prosciutto e formaggio. Gli anglosassoni per esempio hanno abitualmente una colazione lontana da ogni regola di benessere, comparendo nel loro piatto spesso bacon , uova, fagioli, magari il tutto accompagnato da un cappuccino.

3: i carboidrati, volessimo essere pignoli e salutari, andrebbero ingeriti separatamente dalle proteine in quanto mentre queste ultime necessitano di un ph gastrico estremamente basso, loro lo richiedono alcalino e la cosa capiremo da subito sia incompatibile.

Risultato? Ancora digestioni parziali, gonfiori, digestioni lunghe, acidità di stomaco e produzione di sostanze tossiniche di scarto.

4: i grassi andrebbero utilizzati con estrema ratio poichè rallentano qualsiasi digestione in corso.

5: per chi intenda mangiare legumi, che non sono un alimento adatto all’essere umano per una serie di motivi che analizzeremo magari in un apposito articolo, la regola generale è che sia un pasto di solo legume ( e di un solo tipo). Null’altro dovrà essere aggiunto se non un po’ d’olio per evitare ( ridurre poichè eliminare è impossibile) i relativi e ben noti gonfiori.

6- una regola buona sarebbe ridurre o evitare le solanacee ( pomodoro, melanzana, peperone e patata); nel caso le si volesse assumere sappiate che una delle peggiori combinazioni esistenti è pomodoro-formaggi ( e qui la nostra amata pizza perde punti purtroppo); il pomodoro centinaia di anni fa aveva un un’unica funzione: decorativa. Ricco di solanina e di istamina è anche un prodotto poco salutare.

Per oggi mi fermo qui; si potrebbe entrare ancora nel dettaglio ma credo che queste poche regole possano risultare già utili per eliminare fastidi e problemi digestivi/ intestinali.

Dott.ssa Mara Besacchi

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *